Blog nato per condividere pensieri e foto sulla subacquea NO STRESS





giovedì 31 gennaio 2008

No comments, not yet...

Ho solo schiacciato "invia"

mercoledì 30 gennaio 2008

Un saluto veloce

Ehi NSD come state? Vi scrivo questo saluto velocissimo...sono ancora a Milano, domani vado a Mantova ma mi sa che non avrò un albergo con collegamento internet quindi...niente minchxxxte sul blog per un pò...
Inutile dire che mi mancate....

Un abbraccio a tutti

Francesco

lunedì 28 gennaio 2008

Eudi Show


potrebbe essere la prossima trasferta NSD?
cosa ne pensate?

giovedì 24 gennaio 2008

Il primo Meme non si scorda mai....

Oggi è un gran giorno per questo blog....abbiamo preso il nostro primo Meme!

Siamo stati invitati da Kix partecipare a questo meme...come cosa è un meme? Non lo sapete? Beh neanch'io lo sapevo fino a 10 giorni fa...per Wikipedia un meme è una "entità di informazione replicabile da una mente ad un'altra...è una unità auto-propagantesi" ; è un pensiero, una storia, una leggenda che si tramanda di persona in persona...anche una catena di Sant'Antonio è un meme.

Applicato ai blog, un meme, ci permette di conoscere di più il blogger; infatti ogni volta che il meme si "propaga" si chiede al blogger di linkare i blog che legge più spesso...e a volte ci sono belle sorprese! :-)

Questo è il meme di questo mese, devo commentare il mio mese di nascita:Maggio (il mese più bello dell'anno, questo è risaputo)...le caratteristiche dei vari mesi, le trovate qui.

MAY:
(premessa: non conosco l'inglese...quidni sentitevi liberi di correggermi)
Stubborn and hard-hearted.Cocciuto e crudele (dal cuoro duro) Ma no dai!!! :-) cocciuto si..ma crudele non direi...
Strong-willed and highly motivated.Grande forza di volontà e grande motivazione dipende dallo scopo....se conosceste la mia forza di volontà la mattina...
Sharp thoughts. Fine pensatore Mah...
Easily angered. Si arrabbia facilmente a volte....ma anche qui...dipende...
Attracts others and loves attention. eh eh eh eh eh eh eh
Deep feelings. Posso tradurlo con: ha affinità con le profondità? bah...io sto bene anche in 2 metri d'acqua....
Beautiful physically and mentally. Fisicaccio e pure intelligente mah...
Firm Standpoint. Dovrebbe essere qualcosa del tipo “deciso nel lavoro?” Mah al quadrato
Needs no motivation. Non necessita di motivazioni? dipende sempre dallo scopo...
Easily consoled. Facilmente consolabile? beh...se ser facilmente si intende una bottiglia di vino..si, lo sono!
Systematic (left brain). Sistematico? NO
Loves to dream. Ama sognare SI SI SI SI SI SI
Strong clairvoyance. intuitivo? si..intuisco che la maggiorparte di voi si è scocciata di leggere questo post! :-)
Good imagination. Buona immaginazione si
Weak breathing. Respire debole? :-o azz....per un sub non è il max
Loves literature and the arts. Ama letteratura e arti si
Loves traveling. Ama viaggiare si si
Dislike being at home. Non gli piace stare a casa beh no...io sono per il cazzeggio saltuario, la fancazzoterapia è una scienza....
Restless. irrequieto no
Not having many children. Non ha bambini? se è tradotto bene...SPERO DI NO! :-) se è in prospettiva...ne vorrei..si ne vorrei...è con la madre che non so poi...vabbè...:-)
Hardworking. lavoratore si
Spendthrift. Spendaccione!  si si si si si

E ora viene la cosa difficile...diffondere il meme...io l'ho mandato a questi blog (che non devono assolutamente sentirsi obbligati a rispondere...) sono dei bei blog che leggo spesso....più che altro sono consigli! ;-)

Storie di Mare di Marco Affronte
Grande Mare Blog
Il mare infinito
Sub Normali Team
http://www.blogzilla.info/ posso dirlo...odio Microsoft!

E in ultimo...tutti i soci NSD!!! Meh muovetevi a farlo (per i soci)!

martedì 22 gennaio 2008

Lost...and found!




Prima che lo dicano altri......si, LUI mi somiglia!

Che sta dicendo questo gabbiano QUIZ!*

Su quale sia il maschio e quale la femmina tra i due si è già lungamente dibattuto su sprone del Presidente (e suo malgrado, bisogna dire, perché si è abbuscato mazzt su tutti i fronti, prevedibili e meno ;-) )

Ora io vi propongo l'evoluzione dei Quiz ovvero il "Cosa sta dicendo questo gabbiano Quiz".
La risposta migliore vince una copia di "Il grande libro dei tarocchi"
o di un altro titolo a mia discrezione.



*Citazione semidotta del "Che sta pensando quiz" della premiata coppia Frassica/Arbore

Che tristezza....

Leggevo quest'articolo sull'espresso: Fanghi Tossici in mare

Lo so il discorso è molto molto lungo ma...così, è triste.
Almeno togliessero la parola "Mare" dal nome del ministero.

Ciao

lunedì 21 gennaio 2008

Quelli che......la subacquea

Gente strana.
Si gente strana, non so come altro definirla. L'ho capito quando ho visto Corrado (il nostro maestro) per la prima volta, con quella sua maglietta...poi ho scoperto che un strano in un modo bellissimo, era diverso e mi ha regalato un'altra vita ma questa è un'altra storia. (azz...molto Carlo Lucarelli quest'ultimo passaggio...).

Gente strana dicevo; ne capitano di tutti i tipi....neanche alla gelateria di Piazza delle Erbe a Genova trovi tanti gusti di gelato diversi quanti sono i "gusti" di persone diversi che incontri nella subacquea (P.s.=se poi vi capita andare a quella gelateria prendete il pistacchio, è favoloso)

Personaggi; la maggiorparte li definirei dei gran personaggi!

Simpatici, antipatici, alti, bassi, magri, grassi, astemi (no, questi mi sa che non ci sono tra i subacquei).....di tutti i tipi comunque!

Ci sono quelli che vanno a mare da tanto, e ti raccontano di com'era e come scendevano e gli vedi negli occhi la forza della loro giovinezza.

Ci sono quelli con cui ti capisci a volo; basta uno sguardo reciproco e sai che l'altro ha capito e sai che lui ha capito che tu hai capito...è come parlare una stessa lingua, fatta di gesti però, non di parole.

Ci sono quelli che hanno paura e te lo dicono e sono bravi e ci sono quelli che hanno paura e non lo dicono e sono meno bravi.

Ci sono i silenziosi, che però hanno degli occhi che non smettono di parlare, le ragazze che vogliono fare tutto da sole, i compagni che si dimenticano delle compagne, quelli che dispensano consigli che nessuno ascolterà (spesso per fortuna), quelli che osservano tutto e quelli che sembrano persi nei pensieri.

Ci sono quelli che prima di salire in barca ti raccontano di tutta l'attrezzattura che hanno, di aver fatto questo o quello, di essere scesi con quello, parlano di sharm come se ci avessero vissuto vent'anni e chiamano per nome tutti quelli che nella subacquea hanno (davvero) fatto qualcosa...poi li vedi vestirsi e ti chiedi cosa ci stanno a fare lì....

Ce ne sono tanti...sopratutto ce ne sono alcuni che conosci un giorno e ti restano appiccicati addosso per tutta la vita.....si ce ne sono tanti.....e sono tutti personaggi!!!!

Oh...non ditemi che voi non ne avete trovati di tipi strani! :-)

martedì 15 gennaio 2008

La paura dei subacquei

L'altro giorno riflettevo sulle mie personalissime croci e delizie legate alla subacquea e mi sono soffermata su un'idea, cioè che mentre le delizie sono forse ovvie e più o meno condivisibili da un po' tutti i sub, in particolare i No stress divers, le croci secondo me lo sono un po' meno.

Abbiamo letto insieme, qualche giorno fa, il controverso racconto dell'esperienza di un subacqueo trovatosi in una situazione difficile che, secondo il suo giudizio, lo avrebbe portato a sperimentare la temibile narcosi. I più esperti tra noi erano poco convinti del fatto che si trattasse davvero di narcosi, ma non è questo il punto dove voglio arrivare. Leggere il racconto mi ha fatto ripensare alle paure più pure, quelle più forti, quelle che riguardano il fatto che, attrezzati come siamo, restiamo semplici ospiti di un ambiente che, purtroppo, non ci appartiene e può essere molto, molto ostile. Timori legittimi, sacrosanti, doverosi.

La cosa che mi lascia perplessa però è che passando al vaglio le mie personali paure al fatidico momento di scendere, mi trovo a compilare questa lista:

  1. paura di essere positiva, di essere l'unica a non riuscire a scendere, di essere l'ultima e di costringere tutti ad aspettarmi;
  2. paura di fare una stupidaggine e non parlo solo di gravi errori, ma di errori soprattutto banali per cui mi odierei per il resto della giornata e anche più (e qualcuno qui sa quanto sia odiosa quando mi odio);
  3. paura di essere o anche solo sembrare imbranata.
Come al solito mi condiziona quello che non conta davvero.
Come mi è successo con i lunghi periodi di disamore dal tango, che da puro piacere è diventato a un certo punto espressione di bravura e tecnica da raggiungere con un piano di preparazione quasi atletica, così rischio forse di fare con la subacquea? Non lo so, sono due amori totalmente differenti e quindi non credo.

Però, è mai possibile che le mie paure siano quelle di non essere almeno "quasi perfetta"? Non posso semplicemente aver paura della corrente, invece di aver paura di sbagliare nel gestire una immersione con corrente? Non posso aver paura dei pericoli invece di incazzarmi con me stessa ogni volta che qualcosa non fila a dovere?

E voi, di che paure siete?

lunedì 14 gennaio 2008

SEI MESI

Sono passati 6 mesi dalla creazione del blog,
è il caso di dire ne è passata di acqua sotto i ponti e sopra le mute,
è tempo di bilanci.
Questo gioco è diventato sempre più una cosa seria,
il nostro rapporto, la nostra amicizia, sono cresciuti tanto,
è con orgoglio e con una punta di commozione che affermo che ci ha cambiato la vita,
tanto da farci pensare ad una vita diversa, ad una vita più NOSTRA, più consona alle nostre inclinazioni.
Basta inseguire lavori grigi, giornate alla mercè di persone che, se non fosse perchè dobbiamo, non ascolteremmo proprio.
La vita è una sola, non c'è un bis, o almeno non sappiamo se ci sia.
Brindo alla NSD come modo di vivere ed a tutti i progetti fatti insieme.
.... e su "su di noi" scappa la lacrimuccia.

E questo è solo l'inizio

Leggende del mare

Non so a voi ma a me le leggende sono sempre piaciute...figuratevi quelle sul mare! Questa è una che mi è sempre piaciuta, la lessi tempo fa quando avevo appena scoperto la subacquea e...tutto il resto...

Nicola fu l'ultimo dei numerosi fratelli: viveva con la sua famiglia a Messina, in una capanna vicino al mare e fin da fanciullo prese dimestichezza con le onde.

Quando crebbe e divenne un ragazzo svelto e muscoloso, la sua gioia era d'immergersi profondamente nell'acqua e, quando vi si trovava dentro, si meravigliava anche lui come non sentisse il bisogno di ritornare alla superficie se non dopo molto tempo. Poteva rimanere sott'acqua per ore e ore, e quando tornava su, raccontava alla madre quello che aveva visto: dimore sottomarine di città antichissime inghiottite dai flutti, grotte piene di meravigliose fosforescenze, lotte feroci di pesci giganti, foreste sconfinate di coralli e cosi via. La famiglia, a sentire queste meraviglie, lo prendeva per esaltato; ma, insistendo egli a restar fuori di casa, senza aiutare i suoi fratelli nella dura lotta per il pane, e vedendo che egli passava veramente il suo tempo dentro le onde e sotto il mare, come un altro se ne sarebbe andato a passeggiare per i campi, si preoccupò e cercava di scacciare quei pensieri strani dalla testa del figliuolo. Cola amava tanto il mare e per conseguenza voleva bene anche ai pesci: si disperava a vederne le ceste piene che portavano a casa i suoi fratelli, ed una volta che vi trovò dentro una murena ancora viva, corse a gettarla nel mare. Essendosi la madre accorta della cosa, lo rimbrotto acerbamente:

– Bel mestiere che sai fare tu! Tuo padre e i tuoi fratelli faticano per prendere il pesce e tu lo ributti nel mare! Peccato mortale è questo, buttare via la roba del Signore. Se tu non ti ravvedi, possa anche tu diventare pesce.

Quando i genitori rivolgono una grave parola ai figli, Iddio ascolta ed esaudisce. Così doveva succedere per Nicola. Sua madre tentò di tutto per distoglierlo dal mare, e credendolo stregato, si rivolse a santi uomini di religione. Ma i loro saggi consigli a nulla valsero. Cola seguitò a frequentare il mare e spesso restava lontano giorni e giorni, perchè aveva trovato un modo assai comodo per fare lunghi viaggi senza fatica: si faceva ingoiare da certi grossi pesci ch'egli trovava nel mare profondo e, quando voleva, spaccava loro il ventre con un coltello e cosi si ritrovava fuori, pronto a seguitare le sue esplorazioni. Una volta egli tornò dal fondo recando alcune monete d'oro e cosi continuò per parecchio tempo, finchè ebbe ricuperato il tesoro di un'antica nave affondata in quel luogo.

La sua fama crebbe tanto, che quando venne a Messina l'imperatore Federico, questi volle conoscere
immediatamente lo strano essere mezzo uomo e mezzo pesce.

Colapesce dal ReEgli si trovava su di una nave al largo, quando Cola fu ammesso alla sua presenza.

- Voglio esperimentare – gli disse l'Imperatore – quello che sai fare. getto questa coppa d'oro nel mare; tu riportamela.

- Una cosa da niente, maestà, fece Cola, e si gettò elegantemente nelle onde.

Di là a poco egli tornò a galla con la coppa d'oro nella destra. Il sovrano fu cosi contento che regalò a Cola il prezioso oggetto e lo invitò a restare con lui.

Un giorno gli disse:

- Voglio sapere com'è fatto il fondo del mare e come vi poggia sopra l'isola di Sicilia.

Cola s'immerse, stette via parecchio tempo; e quando tornò, informò l'Imperatore.

– Maestà, – disse – tre sono le colonne su cui poggia la nostra isola: due sono intatte e forti, l'altra è vacillante, perchè il fuoco la consuma, tra Catania e Messina.

Il sovrano volle sapere com'era fatto questo fuoco e ne pretese un poco per poterlo vedere. Cola rispose che non poteva portar il fuoco nelle mani; ma il sovrano si sdegnò e minacciò oscuri castighi.

- Confessalo, Cola, tu hai paura.

- Io paura? – ribattè il giovane – Anche il fuoco vi porterò. Tanto, una volta o l'altra, bisogna ben morire. Se vedrete salire alla superficie delle acque una macchia di sangue, vuol dire che non tornerò più su.

Si gettò a capofitto nel mare, e la gente stava, ad attendere col cuore diviso tra la speranza e la paura. Dopo una lunga inutile attesa, si vide apparire una macchia di sangue.

Cola era disceso fino al fondo, dove l'acqua prende i riflessi del fuoco, e poi più avanti dove ribolle, ricacciando via tutti i pesci: che cosa successe laggiù? Non si sa: Cola non riapparve mai più.

Qualcuno sostiene ch'egli non è morto e che è restato in fondo al mare, perchè si era accorto che la terza colonna su cui poggia la Sicilia stava per crollare e la volle sostenere, cosi come la sostiene tuttora.

Ci sono anche di quelli che dicono che Cola tornerà in terra quando fra gli uomini non vi sarà, nessuno che soffra per dolore o per castigo.


Come ogni leggenda ha svariate versioni...questa ed altre le ho ritrovate su questo sito: www.colapisci.it (che ringrazio).


Ciao


venerdì 11 gennaio 2008

Qualche modifica al blog....

Come avete notato c'è sempre qualche piccola modifica al Blog...una foto, una piccola sezione, il titolo, il logo...insomma stiamo prendendo le misure, cercando il nostro spazio, perdonateci se quando tornate non c'è mai nulla al posto precedente, stiamo cercando il modo di trasmettere un pò quello che siamo...
Se avete voglia di darci dei consigli, dei suggerimenti, un aiutino (magari!!! :-) ) siamo disposti ad accettare tutto!
Oggi ho modificato un pò il titolo (ma cerco un'immagine per lo sfondo che mi ispiri di più...); alla piccola sezione di aforismi sul mare sto aggiungendo alcune frasi sentite qui e là sul mare...alcune sono divertenti, altre mi danno da pensare...ma sono legate al mare e questo le accomuna...
Ho aggiunto la sezione con alcuni dei link che guardiamo più spesso...se qualcuno ne volesse segnalare altri o fare uno scambio di link, ben venga....più siamo più ci divertiamo! :-)
E' bello vedere che i contatti arrivano da un pò ovunque...sentitevi di lasciarci qualsiasi messaggio, un saluto, un insulto (però senza esagerare eh :-) ) insomma....noi siamo qui!
E ora vado....vado a sbirciare un altro pò il web a cercare qualcuno o qualcosa che parli di mare...avete suggerimenti?

mercoledì 9 gennaio 2008

Il video



In realtà è una versione un po' ridotta del video completo (che è stato realizzato da Marco Carè che ringraziamo perchè è davvero riuscito a riportare sul video lo spirito della vacanza! Lui e Greta, che definirei "artista di mare" invece che di strada per le sue evoluzioni :-) ci sono rimasti nel cuore...un salutone a entrambi!)

In questa versione per il web il video sembra (anzi lo è!) un po' spezzettato, ma è un effetto voluto, un po' Blair Witch Project un po' documentario Michael Moore...scherzi a parte, dovevo farlo entrare su you tube e non sono pratico, ma il risultato penso sia comunque discreto..

La canzone finale è devastante.... almeno per noi che l'abbiamo vissuta, quella canzone (voluta, storia lunga....) e quelle immagini ci portano ad un passo dalla commozione...ed è così perché è stata una settimana meravigliosa, bella, intensa e con della gente stupenda.....

Beh ditemi che ne pensate!

P.s. = lo so, la scena dello sputo è fantastica, lo so...è la scena madre! :-)

P.p.s. = Marco se sei arrivato fin qui ricorda che il briefing......eh eh eh lasciamo stare va! :-)

Tecno PICCI!!!!

SORPRESA...nn ci posso credere, forse ci sono riuscita!
Quindi colgo l'occasione, o meglio il momento tecnologico, per farvi vedere di cosa sono capace (come mi dice sempre lo sbirro: "tempo al tempo").
Vi riporto solo alcune delle foto più curiose di questo fantastico viaggio NSD!!!




Il super Presidente



Ninja

Libeccio


La Zia Super Azotata

Pierpins

Un GRAZIE a tutti per la splendida vacanza......

Tanja...ho fatto tutto da sola!!!!! E voi mi volevate levare la tessera!


lunedì 7 gennaio 2008

E se avessero ragione i delfini?

"Pensano, e mangiano, e sonnecchiano, e fanno l'amore, e giocano. Nient'altro. Di tutto il resto non sanno che farsene; e il resto è tutto ciò che invece noi abbiamo voluto imparare a fare"

Ora vi dico una cosa...sto per cambiare vita! SI...cambio lavoro e città...e tutto quello che ne consegue.

Sul blog parliamo di mare, di no stress, di blu, di divertimento...ma purtroppo non siamo solo questo, oltre al lato "marino" (che bello chiamarlo così...) ne nascondiamo anche un altro di lato, quello della vita di tutti i giorni, quello del lavoro, dello stress, della quotidianetà...(dù palle...)

Purtroppo è solo questo il lato della vita che cambio...una buona offerta, un buon lavoro, un'occasione da cogliere ma...sarà la cosa giusta?

Sono andato a ripescare quest'articolo (QUI) che avevo letto e che parlava di delfini.....mi è piaciuta troppo l'idea dei delfini che ad un certo punto della loro esistenza hanno preferito lasciare a noi l'inutile palma di specie dominante e hanno seguito il loro istinto, hanno preferito semplicemente fare quello che li faceva star meglio e hanno lasciato a noi tutto il resto....

Come l'autore a volte mi chiedo davvero chi sia la specie più intelligente.....

Sapete che c'è (non torno indietro tranquilli, me ne vado, non vi scoccio più! :-) ) io a Viterbo ci vado, però faccio una cosa....mi faccio un poster con questo articolo!

Francesco

P.s.= Tà, forse ho trovato il tatuaggio ;-) !



Voglio tornare!!!!


Posso dire che siamo belli?

In piedi da Sinistra: Io (belva, winnie, Francesco fate voi), Pierpaolo (Pierpi, Pierps, Of course), Saied la nostra guida, Tania (Tatuanja, Tatuaninja), Alessia (Picci, Defi)
Accosciati, sempre da sinistra: Francesca (Frazotata ma per tutti "La zia"!) Fabio (libeccio o "lo zio")

giovedì 3 gennaio 2008

NSD...anche a Sharm El Sheikh

Salve ragazzi, grazie per questo benevenuto! Come mi avete chiesto..ecco il mio primo ed attesissimo post :D
Come si legge dal titolo con questo post voglio dimostrare come i membri NSD rappresentano ovunque...anche a Sharm El Sheikh la mitica NSD!

video

Posto anche qualche immagine delle nostre immersioni










































































































Queste sono solo alcune immagini con le quali non si possono esprimere le emozioni di questa fantastica vacanza..grazie a tutti ;)

E scende giù dal ciel BIS

Tocca a me questa volta.
Non allego foto perché, come sapete, devo ancora ritrovare la mia fedele fotocamera e poi perché il cemento che mi circonda non sarà mica fotogenico come il Pensatoio di Winnie!

Sono abbastanza contenta di questo diversivo metereologico che sta accompagnando il rientro in ufficio, anche perché la neve di solito fa venir voglia di gioco e di facce rosse ed eccitate per il freddo e le battaglie.
Sono molto contenta per il nostro viaggio NSD e niente affatto triste, perché quella settimana mi ha fatto passare la voglia di immiserirmi correndo dietro cose che non mi interessano più, che non hanno colore ma solo la forma di compromessi casuali. Non so quanto potrà durare l'onda lunga di una manciata di giorni benevoli ma siccome siamo a inizio d'anno ed è tempo di buoni propositi, io ci provo e penso in grande!

A rileggerci tra 365 giorni per la prova del nove ;-)

Un bacione a tutti i soci, meravigliosi compagni di viaggio, e soprattutto a Pierpi (in inglese Pierps, perché è plurale) che aspettiamo tutti al varco con il suo primo post!

mercoledì 2 gennaio 2008

Siamo Tornati!!

Eh già, noi siam tornati....e non so se essere triste perchè è finito o felice perchè..è stato!
Di sicuro c'è che sono stati giorni fuori da tutto, pieni di sole, mare, pesci e ....amicizia! Eh si...il gruppo è stato pressocchè perfetto, è girato tutto a meraviglia....è stata una di quelle vacanze nelle quali va tutto per il meglio....e poi...abbiamo dei nuovi iscritti!!! O meglio...qualcuna è stata riammessa (in realtà è tutto uno scherzo...nessuna è mai uscita dalla NSD, ma ci piace giocare...) e poi c'è il vero nuovo iscritto: PIERPI!!! E come direbbe lui...OF COURSE!

Appena ci organizziamo mettiamo su qualche foto e sopratutto...il video della NSD!

A presto e...bentornati a tutti!

P.s. = per inciso...sono contento perchè è stato.....