Blog nato per condividere pensieri e foto sulla subacquea NO STRESS





lunedì 16 giugno 2008

Dalla è un cantante, non un consiglio

Parafrasando una di quelle magliette che si vedevano spesso in vendita alle fiere più alternativeggianti, tipo quella di Sinigaglia a Milano, condivido la playlist di stasera, tutta a base di Lucio D. e nient'altro. Pazientate, please, devo rilassarmi da una giornata rovinata con due parole a fine orario. 


Lo chef propone:
Treno a vela - ...quanto costa una mela? costa un sacco di botte. Se mi faccio picchiare un pochino, la darebbe al bambino?
Quale allegria - con allegria, fare finta che in fondo in tutto il mondo c'è gente con gli stessi tuoi  problemi e poi fondare un club serale per pazzi sprassolati e un poco scemi
E non andar più via - ho lasciato i pantaloni in un cortile, ho perso anche una mano in un vicolo, era un pomeriggio di Aprile, gli occhi me li ha portati via una donna grassa a furia di guardarla. 
Barcarola - su due mari e un pensiero vola lento questo veliero, su un'isola non più lontana di una malattia mi aspettano senza fretta come in un gioco, un cane e un piatto sicuro e una donna di fuoco. Ma il veliero, sempre più lento si ferma senza coraggio e senza vento e il mare diventa di sasso mentre il cane abbaia, il piatto si fredda.
L'ultima luna - la sesta luna era quella di un disgraziato che, maledetto il giorno che era nato, ma rideva sempre. La quinta luna fece paura a tutti, era la testa di un signore che con la Morte vicino giocava a biliardino.
Stella di mare - così stanco da non dormire, le due di notte e non c'è niente da fare. Come sarà la mia faccia stanca? Stella di mare, tra le lenzuola, la nostra barca non naviga vola, vola, vola. 
Milano - Milano gambe aperte, Milano che ride e si diverte. Milano a teatro un olè da torero, Milano che quando piange, piange davvero. Milano a portata di mano, ti fa una domanda in tedesco e ti risponde in siciliano. Milano, che fatica! Zucchero e catrame.
Anna e Marco - Anna bello sguardo, sguardo che ogni giorno perde qualcosa. Anna con le amiche, Anna che vorrebbe andar via. Marco grosse scarpe, poca carne, Marco cuore in allarme. Marco col branco, Marco che vorrebbe andar via. 
Tango - Hai più preso il treno? Io alle dieci avevo lezione di tango, quanta brillantina  e coraggio mi mettevo, guarda oggi come piango. Hai più preso il treno? Quella donna che tangava con furore nei locali della croce rossa; fuori era la guerra, nel suo cuore tanto tango da unire il cielo con la terra [...] poi arrivati a Torino ci siamo commossi in tanti per quel tango ballato da un bambino. 
Cosa sarà - Cosa sarà che fa crescere gli alberi, la felicità, che fa morire a vent'anni anche se vivi fino a cento? Cosa sarà a far muovere il vento, a  fermare un  poeta ubriaco, a dare la morte per un pezzo di pane o un bacio non dato?
Notte - Liscia come un mare d'olio, scura come la rosa di uno scoglio. Notte bianca come il vestito di una sposa. Dura da masticare, a pezzi tra i denti, notte da sputare. 
Mambo - datemi un coltello, un coltello per favore; dov'è quel cuore marziano, se n'è andata sbattendo la porta e avevo in mezzo la mano. 
Itaca - capitano che hai negli occhi il tuo nobile destino, pensi mai al marinaio a cui manca pane e vino? Capitano che hai trovato principesse in ogni porto, pensi mai al rematore che sua moglie crede morto? E se muori è un Re che muore, la tua casa avrà un erede, quando io non torno a casa entran dentro fame e sete.
Cara - quanti capelli che hai, non si riesce a contarli, sposta la bottiglia e lasciami guardare se di così tanti capelli ci si può fidare. 
Com'è profondo il mare - Con la forza di un ricatto l'uomo diventò qualcuno, resuscitò anche i morti, spalancò prigioni, bloccò sei treni con relativi vagoni, innalzò per un attimo il povero a un ruolo difficile da mantenere poi lo lasciò cadere a piangere e a urlare, solo in mezzo al mare.
Disperato erotico stomp - Ma l'impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale. Quindi normalmente sono uscito dopo una settimana, non era tanto freddo e normalmente ho incontrato una puttana.

Stay tuna and enjoy.

12 commenti:

Sempre Più Azotata ha detto...

Chi ti ha rovinato la giornata con sole due parole?? Chi è tanto malefico?

Dalla a me piace, magari non tutto insieme....

F.

tatuanja ha detto...

The boss is on the table.
The table is on the boss!

Dalla va preso solo tutto insieme, altrimenti non vale.

Belva ha detto...

l'importante è prenderlo solo così....visti i suoi gusti, dico, se dovesse essere lui a prendere me sarebbe un problema... :-D

tatuanja ha detto...

Il solito doppiosensista! E menomale che sei scevro!

Sempre Più Azotata ha detto...

Ninjita mi sento di aggiungere: dalla dalla..........

tatuanja ha detto...

io avrei detto Jalla! Jalla!
ma in realtà non so cosa sto dicendo :-)

Libeccio ha detto...

Diagnosi:
Deliri da mancanza di Azoto!

Terapia:
una dose di azoto 79% in pressione minimo 30 bar (per azotata: quanti metri di prof. sono?) per 10 min.

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Tatuanja posso dirti che la tua play list con scelta di frasi mi piace un sacco?
il table con il boss onnon si può rovesciare?
Valeria

tatuanja ha detto...

Certo che puoi dirlo! :-)
Rileggendo penso che magari avrei pescato qualche altra frase per qualcuna di queste canzoni, ma ieri sera l'iPod mi ha dettato queste e va bene così.

Riguardo al tavolo, devi sapere che qui alla NSD siamo grandi rovesciatori di tavoli (chiedi a Belva ;-) ) per cui credo che presto o tardi ribalterò anche questo. Stay tuna e lo scoprirai.

p.s.
Già che son qui colgo l'attimo perché è un po' che volevo dirti che, da quando Belva vi ha scoperto, leggo sempre il vostro blog e mi piace tanto e tutto, inclusa l'originale "Top five di una marinaia".

@zia azotata
Messaggio ricevuto, in ritardo ma l'ho ricevuto!

Belva ha detto...

oh rovescio i tavoli ma non le frittate sia chiaro!!! :-)

Confermo quello che dice Ninja sul sito degli amici velisti!

Anche a me piace la Top Five, volevo farne una io ma le mie canzoni sono troppo banali uffa!! :-(
Besos a tutti!
:-D

tatuanja ha detto...

E chi dice che rovesci frittate? Le rigiri! :-p
Dai, fai la top five che siamo curiosi e ricorda sempre che, per statuto, mai rideremmo di te ma con te.

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Mi fa molto, moltissimo piacere Tatuanja, anche perché la cosa è reciproca...
in più, anche noi siamo rovesciatori di tavoli.. eheheh

per Belva, ma che dici? come banali? se sono le TUE canzoni lo saranno per qualche motivo, non son banali, sono le TUE!
Jamm' bell'! fai la top five! niente scuse...