Blog nato per condividere pensieri e foto sulla subacquea NO STRESS





mercoledì 15 ottobre 2008

Ninja mission

La Ninja missione di questo weekend aveva come obiettivo quello di convivere due giorni pieni con Belva, senza accapigliarsi, obiettivo facilmente raggiunto, nonostante tutto, grazie agli scarsi appigli offerti dalla testa di Belva :-D :-p
Insomma, io ce la metto tutta per fargli perdere la trebisonda: prima gli do appuntamento a Firenze alle 22 e poi le 20:30, poi ad Arezzo alle 23, poi a Orte a mezzanotte, poi a Pisa alle 19 e infine trovo il treno giusto e arrivo a Orbetello alle 21, giusto in tempo per farlo cenare in una trattoria di scarso fascino e menù, naturalmente scelta da me.

Ma questo lo può fare anche un dilettante: io ho massimizzato l'effetto devastante della mia visita perché, ovviamente, il top per chi viaggia tanto per lavoro è avere la prospettiva di aprire il lunedì con una levataccia alle 4 per portare a Roma Fiumicino un'amica che ci teneva taaaanto a venirti a trovare, e io mi sono prestata.

Ma sono cose che si scontano, ah sì...zitto, zitto Belva presenta il conto - e come dargli torto! Comincia con i 5,50 euro della colazione, poi passa alle coercizione con le operazioni di supporto allo stiro e ammiro e così ti mette ad appaiare i calzini, poi stabilisce i turni per lavare i piatti, mettere via la spesa e sparecchiare...e sono turni a un solo nome, poi può anche punirti con un pranzo sul lago e la gara a chi attira più pesci con le molliche di pane! Ma va già bene che stavolta non mi è toccato il bucato, con tanto di pretrattamento del colletto delle sue camicie. Cresci gli amici, crescili!

Il resto del tempo l'ho dedicato al tentativo di farlo spazientire raccontandogli un milione di cose tra il futile, il serio e l'assurdo, facendogli mille domande su qualsiasi argomento lo sfiorasse anche di poco e facendolo pentire di non aver accettato l'invito di Gigi Marzullo, però lui ha resistito, solo per farmela pagare poi, in silenzio, con lo sciopero della doccia! :-)
Per ridurre gli effetti della mia devastante tecnica di tortura per fortuna Belva ha pensato che non fosse il caso replicare una giornata a mollo nei fanghi a parlare di doppie punte, pelle morta e duroni e ha quindi organizzato una gita domenicale in compagnia di Kix.



Il programma mi piace molto perché prevede di andarsene a zonzo a piedi per una zona che conosco davvero poco ma che è piacevole visitare sotto un inaspettato sole caldo, che ho portato io da Torino - ovvio!


Chi vuole potrà cogliere l'opportunità di seguire un workshop di fotografia durante la passeggiata, chi non vuole potrà semplicemente guardarsi intorno, e infine... chi avesse voluto seguire un workshop di fotografia...be' probabilmente avrebbe fatto meglio a scegliersene un altro perché questo non è stato di quelli che lasciano il segno, tranne che quello di uno schiaffo morale agli organizzatori :-)

La bizzarra cricca con cui ci siamo accompagnati ha richiesto l'attuazione di un geniale piano di fuga messo in atto solo dopo un pranzo al sacco fatto da un sacco di cose buone preparate da Kix il giorno prima (pizza, rustici, torta salata, muffin) e un sacco di cose buone comprate e spalmate da belva e tatuanja e sbranate da Belva.



A parte tutto, la giornata era spettacolare e io ho trovato una speciale collocazione al sole avuto in regalo.




Il tentativo di visitare Calcata, ignobilmente rinominata da Belva e Simone, va a farsi benedire visto un affollamento assurdo e un mare di macchine parcheggiate lungo la strada che porta al piccolo paese; il tentativo di goderci le cascate del monte gelato va a farsi benedire vista la concentrazione eccessiva di persone ma questo non impedisce l'improvvisazione di un momento circense, che è anche una citazione cinematografica che spero qualcuno potrà cogliere (si vedano queste foto di Kix): ne sono protagonisti Belva, un tronco su un ruscello e ninja in comparsa.



La vista dal belvedere sul lago di Vico è stupefacente e anche le scritte sulla ringhiera lasciate dai gggiovani d'oggi non sono male.


A questo punto siamo ormai stanchi, assonnati, sazi di cibo, di sole e il crollo inesorabile arriva e mette fine alla gita, mal riuscita perché non era quello che ci aspettavamo ma comunque, dai, non c'è modo migliore di passare la domenica che starsene in giro all'aria, alla luce e in compagnia, vero Simone? :-D

Certo che c'è! Prevede la ricerca affannosa in ogni angolo dell'auto, della casa e degli zaini della macchinetta fotografica di Belva, affidatami a un certo punto e poi scomparsa. Non sono riuscita a ricordare che fine avesse fatto, sapevo solo che avevo tanto sonno e non mi interessava utilizzarla, solo sbeffeggiare Belva per le sue foto. E mi sono sentita in colpa, fino a quando non è saltata fuori dall'attacco della cintura di sicurezza dei sedili posteriori.

Ma a parte il mio modo personale di commentare la giornata, a me è piaciuta!

La domenica per me si conclude con i lavori forzati in casa Belva e la vendetta che mi resta è ormai solo quella di minacciarlo con un altra visita!


Ma sono buona, in fondo, e Belva lo sa, quindi può fare sonni sereni perché non ho intenzione di bissare. Sì, può fare sonni sereni, anche se ho materiale da vendere per sputtanarlo con tutto quello che ha combinato e detto in questi due giorni ;-)

Ringraziamenti

si ringraziano Belva e Kix per la compagnia e le foto scattate. Non sono riuscita a mettere i credits su ognuna perché non ho avuto sufficiente pazienza, ma è facile riconoscerle: quelle veramente belle sono di Kix, le altre di Belva. Ammetto però che la foto di apertura l'ha scattata il nostro Presidente.



18 commenti:

Belva ha detto...

mumble, mumble....per rispondere a tutte le illazioni del post mi servirebbe...un altro post!!! E allora mi riservo di scriverle stasera (se il rosso dal Gino non mi distruggerà)...cmq...solo un'annotazione:
Ma quanto sono BELVA in quella foto dove strappo la carne a morsi?!?!?!!?
Tzè, e poi dite che non è vero......

tatuanja ha detto...

nessuna illazione!
tutte sacrosante verità

Belva ha detto...

Cara Tanja, Cara Kix, Cara NSD,
con la presente per difendermi dalle accuse rivoltemi dalla socia Ninja in merito agli eventi occorsi in data 10-11-12 corrente mese.
E' palese l'intento diffamatorio della citata Ninja che continuamente e ripetutamente mi accusa di essere autoritario, indisponente, bello e simpatico.
E' vero, se mi si accusa di essere un gran bel Manzo, mi dichiaro colpevole.
E' altresì vero, se mi si accusa di essere una Belva cattiva e spietata, mi dichiaro colpevole! (vedasi foto di Belva che avendo corso più di gazzella addenta la di lei carne e chi si alza prima etc etc etc)
Ma, e sottolineo M A se mi si accusa di essere un casalingo , di richiedere aiuto per le faccende domestiche e sopratutto per il lavaggio/striaggio delle camice mi dichiaro I N N O C E N T E e procedrò per tanto per le sedi che riterrò opportune producendo idonea documentazione (scontrini per l'acquisto di appretto, dichiarazione della lavandaia cinese che si è fatta la villa con tutti i soldi che gli ho lasciato, etc etc etc)
Tanto dovevo.
Cordiali saluti


P.s.= la giornata al di là di tutto è stata fantastica, le cibarie preparate da Kix e da Tanja (io ho solo spalmato ma le idee dei panini erano di Ninja) fantastiche, i posti incantevoli, sentire Simone che dice all'amico "Vado a bagnare il sottobosco" non ha prezzo!! Simò ogni volta che ci penso scoppio a ridere!!

tatuanja ha detto...

Caro Presidente,
l'accusa di essere autoritario e indisponente, è supportata da innumerevoli prove e non tutte pubblicabili. Bello e simpatico? Mai scritto! Bellissimo e geniale, forse.

Inoltre, mai detto di te che sei un manzo, giacché ho sempre affermato che ricordi più un torello e non sono l'unica (ricordo imbarazzanti email inviate da una tua attempata ammiratrice).

Spezzo anche una lancia e una forchetta a tuo favore, perché quello al gorgonzola, pera e noci era il tuo panino nonché quello più apprezzato da Kix.

Quanto alle attività domestiche...Fra mi è venuto il gomito della lavandaia nel weekend, quindi per piacere taci se non vuoi che ti denunci alla ASL, al TAR e al fisco perché vuoi pagarmi in nero e neppure ti decidi a farlo.
Peppiacere...

p.s.
che LE hai lasciato! la lavandaia cinese è donna, dunque LE hai lasciato. Perché pialli sempre il sesso femminile con quello maschile? E'l'effetto dell'esser scevri?

kix ha detto...

Tutto ciò è fantastico. TUTTO. Il post, i commenti che ne sono seguiti, i ricordi che sono rimasti nonostante una giornata abbastanza deludente per il clamoroso fallimento di tutti i programmi che avevamo fatto! Rimarrà nella mente proprio per questo, perchè nonostante tutto si riesce sempre a divertirsi con poco, e a godere genuinamente dell'ottima compagnia.
Grazie!!!!

kix ha detto...

Dimenticavo di citare questo dialogo meraviglioso, per dovere di completezza.
"Voglio fare il modello per scatti di nudo!"
"....vorrai dire di natura morta......"

Beh, ora ditemi: chi ha detto cosa?? :D:D:D:D:D

Belva ha detto...

Visto che si continua a ironizzare sulla mia persona, in merito al quesito di Kix (degno della Settimana Enigmistica nella rubrica: L'enigma di Edipo) tengo a precisare che numerose donne, vedendomi nudo hanno presentato sintomi tali da portare la comunità scientifica a ribattezzare la Sindrome di Stendhal (per opere d'arte) Sindrome di Vavahl per i nudi maschili.
Tanto dovevo.
Cordiali saluti

tatuanja ha detto...

Diciamo che ci crediamo; diciamo che hai testimoni attendibili, vittime della sindrome (no frizioniste amiche tue, no mercenarie); diciamo che la natura è viva.
Detto tutto ciò, vorresti anche dire che ci si può mettere in affari? Tipo che facciamo il marketing e poi vendiamo i biglietti per vedere la MOSTRA?

kix ha detto...

Mah, non direi proprio mostra.....facciamo la "Fiera" più feroce del mondo. RRRRoaaaaaaarrrr!!!

Belva ha detto...

Ciccia, guarda che LUI è ormai patrimonio dell'Unesco e riserva del vuvueffe (Viva Vavallo Francesco)e anche se prima venivano organizzate gite di istruzione e Workshop di fotografia (non però dagli amici nostri...) ormai è riserva naturale Zona A...non ci si puà avvicinare nessuno!!! :-))

tatuanja ha detto...

Noooo è geniale!

"la Belva in Fiera. La sindrome di Vavahl in esposizione"

fantastico: prepari tu gli inviti, le foto e il book? hihihihihi
io posso scrivere i testi, raccogliere le interviste, le testimonianze. Facciamo anche il calendario 2009 così raccogliamo i fondi per le vittime della Sindrome e invece dei nomi dei santi mettiamo i nomi delle sventurate, uno per ogni giorno, eh, eh, eh?

Belva ha detto...

Simpatiche....

@ Tanja: Kix è brava nelle macro, ma non ha il GRANDANGOLO!!!! (e così vi ho tolto una battuta)

@ Kix: la prossima immersione la passo tutta di fianco a te......................... ad alzare sospensione!!

>:-[
Finger a tutte e due!!

tatuanja ha detto...

battuta troppo facile che ci saremmo risparmiate, nevvero Kix?

Comunque, volevo solo aggiungere che le aree protette si istituiscono per un fine ben preciso, quindi non disperare! :-D

kix ha detto...

Chiaro Tanja!
Mal che va, cmq, possiamo richiedere un permesso speciale ai fini della ricerca scientifica.

Belva ha detto...

Basta che non me lo vivisezionate....:-(

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

ahahahahahhahaha
ragazzi sto piangendo dal ridere, questo post e i commenti successivi sono degni di una scenetta tra Ciro e Brigida ...usato sicuro...
ma questo è il fine settimana in cui ci avete chiamati vero??? accidenti anche io voglio venire la prosima volta, tanto non ci sono più matrimoni in programma!

tatuanja ha detto...

Sì era quel weekend lì Valeria! Anzi, nella foto di kix ci sei anche tu al telefono :-)

Sarà difficilmente ripetibile perché io, dopo una tortura del genere, non posso superarmi e dunque preferisco non ripetermi! Però un raduno livornese, prima o poi...

ah!..ehm...dimenticavo...vorrei non dovertelo dire ma...hai scritto prossima con una esse sola
:-D
:-*
:-D

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

ahahaha una lavagnetta colpita dal cancellino di un'altra lavagnetta! Mitico!
a mia discolpa (seppur parziale, essendo io una lavagnetta): ero al buio, non vedevo la tastiera e andavo di corsa per paura si scaricasse il computer...
:o)